giovedì 18 agosto 2011

Visto che ci raccontano che l'Italia è sull'orlo del fallimento.


Come si potrebbe fare per evitare il fallimento dell'Italia ?
Una strada percorribile potrebbe essere un concordato preventivo con cui lo Stato Italiano offre ai creditori del debito pubblico un rientro qurantennale del capitale con erogazioni annuali di 50 Miliardi di quota capitale e una riduzione degli interessi al 2,5% annuo fissi liquidati annualmente. L'andamento delle erogazioni sarebbe circa quello descritto nella tabella 
Magari sbaglio perchè non sono un esperto, ma considerando che il debito pubblico e quasi tutto nelle mani di istituti finanziari (IFM) e possessori di titoli a breve e medio termine con una simile manovra non si mettono le mani nelle tasche di nessuno per la parte capitale, per la parte interessi si, ma la rinuncia a una rendita, che forse potrebbe non esserci, non costa sudore e sangue e comunque il 2,5% rispetta (più o meno) l'inflazione corrente.
Non mi sembra chiedere molto dato che così facendo l'economia, quella reale, potrebbe ripartire alla grande e potrebbero proseguire le attività produttive, poiché da subito si risparmierebbe di sottrarre al gettito una quota interessante di Miliardi di Euro, dato che oggi l'ammontare degli interessi passivi e delle quote capitale in liquidazione è largamente superiore all'erogazione prevista dal piano illustrato nella tabella. E col passar degli anni il miglioramento sarebbe sempre più evidente.
Ovviamente in contropartita non si potrà spendere più di ciò che entra nelle casse dello Stato dalle normali attività fiscali, anzi tasse è imposizioni dovranno essere flessibili e commisurate alle reali necessità delle popolazioni e, più in generale, meno necessarie per rimediare agli sprechi che giovano a pochi. 


1 commento:

  1. RisparmiateVi facili ironie,è chiaro che gli interessi non debbano tener conto dei quarant'anni che corrono, altrimenti che concordato sarebbe? E comunque fatevi la somma degli interessi "dovuti" con il concordato è vedrete che i "creditori" non ci rimettono se non in via ipotetica (se...).

    RispondiElimina